UMBRIAPERTA BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE RICETTIVE


Beneficiari

 

Le MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICETTIVE delle seguenti tipologie regionali:

  • ALBERGHIERE,
  • EXTRALBERGHIERE,
  • ALL’ARIA APERTA
  • RESIDENZE D’EPOCA

svolte in forma imprenditoriale ed iscritte alla CCIAA competente per territorio con sede operativa in Umbria ed attive all'atto della presentazione della domanda, che abbiano avuto una riduzione di fatturato nel 2020 rispetto al 2019 di almeno il 15% o dell’esercizio 2018 nel caso in cui nel 2019 l’impresa sia stata interessata da un periodo di sospensione dell’attività per lavori di ristrutturazione o a causa di documentati motivi oggettivi non dipendenti da scelte imprenditoriali.

E’ prevista una riserva di risorse per le imprese con sede operativa nei seguenti Comuni: Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera, Spoleto.

Devono inoltre possedere i seguenti requisiti:

a) essere regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio prima del 31/12/2019;

b) essere attive.

 

Agevolazioni concedibili

 

Il contributo a fondo perduto è pari al 75% delle spese ritenute ammissibili.

Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto è pari ad € 200.000,00.

 

Spese ammissibili

 

Sono ammissibili le seguenti spese per INVESTIMENTI:

a) spese per opere edili, murarie e impiantistiche sulle strutture immobiliari a condizione che siano immediatamente cantierabili al momento di presentazione della domanda;

b) spese per opere edili, murarie e impiantistiche relative alle strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell’attività (es. palestre, piscine, centri benessere, aree giochi, rimesse per bici) nonché alle aree verdi delle strutture stesse;

c) spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi comprese le relative spese di montaggio e allacciamento;

d) spese per l’acquisto di dotazioni informatiche, hardware, software e relative licenze d’uso, servizi

di cloud computing, per il miglioramento e sviluppo di siti web aziendali multilingua e/o per l’e-commerce, potenziamento di piattaforme B2C, e-commerce;

e) Interventi di promo-commercializzazione della struttura (nel limite massimo del 10% del valore del progetto).

Le spese devono essere di importo non inferiore ad euro 15.000,00.

Sono ammissibili le spese sostenute in data successiva al 01 gennaio 2021 purché, alla data di presentazione della domanda, non sia stato già ultimato il progetto di investimento.

Il progetto di investimento deve essere realizzato entro il 28 febbraio 2022.

 

Presentazione delle domande: dal 28/04/21 alle 12.00 del 30/06/2021.