Autoimpiego, creazione d’impresa - MYSELF


Con il presente Avviso si è inteso rafforzare il sostegno alle nuove attività imprenditoriali in particolare promosse da giovani e/o da donne, e con peculiare attenzione per quelle iniziative afferenti i settori della “produzione di servizi legati al digitale” ovvero “imprese che utilizzano procedure completamente digitalizzate”.

 

BENEFICIARI

Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni del presente Avviso esclusivamente le piccole e medie imprese, aventi sede operativa nel territorio della Regione Umbria.

All’atto della presentazione della domanda le imprese devono essere già giuridicamente costituite nella forma di:

  1. società commerciali previste dal primo e secondo comma dell’articolo 2249 del C.C.,
  2. società cooperative di cui agli artt. 2511 e segg. C.C.,
  3. imprese individuali,
  4. lavoratori autonomi titolari di partita IVA,
  5. società tra professionisti iscritti ad albi professionali.

 

La costituzione deve essere avvenuta a partire dal 1° gennaio 2020.

 

AGEVOLAZIONI

Sono finanziabili ai sensi del presente Avviso i progetti imprenditoriali rientranti nella produzione di beni, fornitura di servizi, commercio, anche in forma di franchising, artigianato.

 

L’agevolazione consiste:

a. in un finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese comprese tra un minimo di 10.000,00 euro ed un massimo di 66.666,67 euro a copertura del 75% delle spese totali ammissibili, al netto di IVA ed oneri accessori. Per la parte di spesa non coperta dal finanziamento agevolato, si richiede il cofinanziamento da parte dell’impresa, con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.

 

b. contributo a fondo perduto fino ad un massimo di 3.000,00 euro, riconosciuto solo per progetti con spese ammissibili superiori a 33.333,35, denominato “Pacchetto qualificazione” per la copertura, fino al 70% della spesa al netto d’IVA, relativa alla formazione professionale mirata alla qualificazione del titolare o dei soci dell’impresa ovvero all’acquisizione di consulenze ad elevato contenuto specialistico ad esclusione della consulenza relativa all’elaborazione del progetto imprenditoriale.

 

SPESE AMMISSIBILI

La spesa complessiva deve essere destinata:

a. per almeno il 70% ad investimenti,

Le spese della categoria investimenti sono:

  • macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa,
  • mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino funzionali e strumentali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale,
  • hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa,
  • piccole opere murarie ed impianti fino ad un massimo del 20% della spesa complessiva per investimenti.

 

b. per un massimo del restante 30% a spese correnti:

  • locazione commerciale dell’immobile adibito a sede operativa aziendale, purché documentata da contratto di locazione registrato,
  • materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti inerenti il processo produttivo,
  • pubblicità,
  • utenze.

 

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: a partire dalle ore 10:00 del 01 giugno 2021 fino alle ore 12:00 del 31 dicembre 2021.