CONTRIBUTI E CREDITI D’IMPOSTA A FAVORE DELLE IMPRESE TURISTICHE


È stato pubblicato l’Avviso recante le modalità applicative per l’erogazione di contributi e crediti d’imposta a favore delle imprese turistiche ai sensi dell’Art. 1 del D.L. 6 novembre 2021, n.152.
BENEFICIARI
Le imprese alberghiere, le strutture che svolgono attività agrituristica, come definita dalla legge 20 febbraio 2006, n. 96, e dalle pertinenti norme regionali, le strutture ricettive all’aria aperta, nonché alle imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici, inclusi i parchi acquatici e faunistici che al momento della presentazione della domanda:
• Devono essere regolarmente iscritte al registro delle imprese. Tutti i requisiti previsti dall’Avviso devono essere posseduti dalla data di presentazione della domanda e mantenuti fino a cinque anni successivi all’erogazione del pagamento finale dell’agevolazione al beneficiario;
• Inoltre, i soggetti:
- Devono gestire in virtù di un contratto regolarmente registrato una attività ricettiva o di servizio turistico in immobili o aree di proprietà di terzi;
- Ovvero, devono essere proprietari degli immobili oggetto di intervento presso cui sono esercitati l’attività ricettiva o il servizio turistico.
AGEVOLAZIONI
È riconosciuto un incentivo nella forma del credito di imposta fino all’80 per cento delle spese ammissibili. Inoltre, può essere riconosciuto anche un incentivo nella forma del contributo a fondo perduto non superiore al 50 per cento delle spese sostenute, per un importo massimo di 40.000,00 euro. Il contributo a fondo perduto può essere aumentato in alcuni specifici casi.
Gli incentivi di cui sopra possono essere riconosciuti in favore della medesima impresa, a condizione che il cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive, non porti al superamento della spesa complessiva ammissibile per gli interventi.
INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI
Sono interventi che consentono spese ammissibili ai fini della determinazione degli incentivi:
a) interventi di incremento dell'efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica;
b) interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
c) interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia e installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), c) d) ed e.5), del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, funzionali alla realizzazione di interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica e gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
d)realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività termali;
e) spese per la digitalizzazione previste dall'articolo 9, comma 2, del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 2014, n. 106, esclusi i costi relativi alla intermediazione commerciale;
f) acquisto di mobili e componenti d’arredo, ivi inclusa l’illuminotecnica, a condizione che tale acquisto sia funzionale ad almeno di cui alle lettere a), b), c) e d).
Gli interventi devono essere realizzati a decorrere dal 7 novembre 2021 e fino al 31 dicembre 2024, nonché per quelli avviati dopo il 1° febbraio 2020 e non ancora conclusi, a condizione che le relative spese siano sostenute a decorrere dal 7 novembre 2021.
Sono considerate ammissibili, ove effettivamente sostenute, le spese coerenti con successivo documento che verrà pubblicato.
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: le modalità saranno definite con pubblica comunicazione entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso.